Pillole di cacao: Lezioni di Atzeco

Qual è il nome scientifico del cioccolato? Come iniziarono a utilizzarlo le popolazioni precolombiane? Fave di cacao come moneta e come unità di misura

Il nome scientifico del cioccolato è Theobroma cacao, che deriva dal nahuatl e il cui significato è “cibo degli dei”, da theos = dio e broma = nutrimento. Il nāhuatl era la lingua originaria della popolazione azteca.

Per le antiche popolazioni precolombiane dell’America Centrale questa straordinaria sostanza ottenuta dalle “cacahuat”, le fave del cacao era davvero un cibo divino. I Maya avevano addirittura un dio del Cacao, a cui rivolgevano le proprie preghiere: si chiamava Ek Chuah.

Come abbiamo visto, la storia del cioccolato parte da molto, molto lontano. L’albero del cacao cresceva spontaneamente lungo il corso dell’Orinoco già 4000 anni prima della nascita di Gesù. Ci piace immaginare che un giorno un indigeno fu colpito da quei frutti grossi e ovali che spuntavano dai rami di quello strano albero dal tronco liscio. Incuriosito, ne staccò uno, lo aprì, e all’interno trovò una polpa bianca e dolce, dal profumo intenso, e grossi semi. Erano il burro di cacao e le fave di cacao.

Già le donne delle tribù olmeche che vivevano nell’area tropicale dell’odierno Messico centro-meridionale preparavano per le puerpere una bevanda a base di pasta di cacao aromatizzata con fiori, peperoncino, cannella e vaniglia, che veniva servita fredda e ridava loro le forze dopo il parto. Da questa bevanda i Maya hanno poi realizzato la loro “xocolatl”, sempre arricchita con pepe, peperoncino e altre spezie, venerata come bevanda sacra e offerta agli dei.

Gli Aztechi usavano invece i semi di cacao come monete. Il primo nome scientifico dato alla pianta del cacao, prima di Theobroma cacao, era Amygdalae pecuniariae, “mandorla di denaro”. Per comprare una zucca occorrevano 4 semi di cacao, 10 per un coniglio, mentre una notte d’amore con una concubina costava 12 semi, e uno schiavo in buone condizioni arrivava a costarne 100.

I Maya crearono un’unità di misura apposta per il cacao, la “carga”: 1 carga equivaleva a 24.000 mandorle ed era composta da tre xiquipil di 8.000 fave, ognuno formato da 21 zontle di 400 fave.

Con dolcezza, sempre e comunque
 
𝓛𝓪 𝓕𝓪𝓫𝓫𝓻𝓲𝓬𝓪 𝓭𝓲 𝓒𝓲𝓸𝓬𝓬𝓸𝓵𝓪𝓽𝓸 🎩
 
💗🍫🌸💝🍩🍪☕💗🍫🌸💝🍩🍪☕💗🍫🌸💝🍩🍪☕

Vieni a trovarci!

o visita il nostro shop online

Le porte del nostro shop-on line sono sempre pronte ad aprirsi per svelarvi i dolcissimi segreti della nostra Fabbrica di Cioccolato, ma potete venire a trovarci anche nel nostro negozio a Bozzolo. Vi aspettiamo!

La Fabbrica di Cioccolato Srl
Viale Lombardia, 41
46012 Bozzolo (MN)
ITALY

Amministrazione 0376 920345

Customer care 388 9754517

WhatsApp 388 9754517